Sette tipi di prodotti digitali da creare velocemente: per guadagnare online da subito

Pubblicato da admin il

Gli infoprodotti sono il modo migliore per monetizzare il tuo sito. Hanno margini elevatissimi (superiori al 50%). Gli strumenti per crearli e venderli sono facili, economici e numerosi.

Il primo prodotto è sempre il più difficile. Tremendamente difficile. Non sai bene quali passi seguire e se sarai capace di produrre un contenuto di qualità.

Ma, una volta partito, i prodotti successivi diventeranno più facili. Inoltre, avere un prodotto disponibile ti aiuterà a raccogliere feedback di qualità dai tuoi clienti. Così potrai creare prodotti sempre superiori.

Quindi: parti il prima possibile. Il modo migliore per iniziare è con un piccolo prodotto digitale. In questo articolo ti mostrerò alcune tipologie di prodotti digitali da creare velocemente. Su Italian Indie abbiamo fatto un’analisi approfondita per vedere cosa funziona e cosa NON funziona in Italia: per ogni modello ti presenterò diversi esempi di imprenditori digitali italiani che li hanno sfruttati con successo.

Grazie a questi prodotti potrai:

  • accelerare la monetizzazione del tuo sito (il profitto è tutto per un’azienda),
  • ridurre il rischio rispetto ad un prodotto più grande,
  • spendere poco tempo,
  • investire poco denaro, perchè potrai usare strumenti gratuiti o molto economici,
  • arrangiarti da solo, perché gli strumenti non richiedono l’intervento di tecnici.

Sono sicuro che troverai il tipo di prodotto giusto per te. Pronto?

Si comincia!

Raccolta di articoli esistenti

Hai già pubblicato un po’ di articoli? La cosa più facile allora è creare un ebook a partire da alcuni di questi.

La prima volta che ho sentito quest’idea sono rimasto allibito: chi è così fesso da comprare qualcosa che è già disponibile gratuitamente?

Invece, è un approccio molto più comune di quello che pensi. Darren Rowse ha coniato la parola “problogger”, per indicare chi affronta il blogging come una professione. Il suo primo prodotto su Digital Photography School era una raccolta di articoli sulla fotografia di ritratto.

Ma anche Marco Montemagno ha fatto lo stesso: ha pubblicato libri che raccolgono contenuti già presenti nei loro video. E sicuramente si è ispirato a Gary Vaynerchuck. Stesso stile di video, stesso tipo di libro.

Però qui parliamo di persone con un brand forte. Forse le vendite nei loro casi sono venute unicamente dalla loro fama?

A dire il vero, una raccolta di articoli ha parecchi vantaggi per il tuo lettore:

  • la comodità di trovare tutti i contenuti in un solo luogo,
  • un percorso guidato che collega contenuti “sparsi” o una categorizzazione dei contenuti,
  • un design curato, che non solo migliora l’estetica ma facilita anche la leggibilità,
  • la possibilità di avere la versione cartacea (ancora molto richiesta in Italia),
  • eventuali aggiunte che si trovano solo nel libro (questo esce un po’ dal modello base, ma ti basta inserire poca roba),
  • un formato più accessibile per chi preferisce leggere (nel caso i contenuti originali fossero video o audio).

Io ho fatto così per il mio primo prodotto su FotoComeFare:

reflex obiettivi clipped rev 1

Ho raccolto e rivisto alcuni articoli che trattavano un tema comune. Li ho riordinati secondo un percorso logico. Poi ho aggiunto un lungo approfondimento che non era presente sul sito.

Non è il prodotto che mi ha fatto guadagnare di più. Però ha comunque venduto, mi ha permesso di imparare un sacco di cose sulla vendita dei prodotti digitali e quasi nessuno ha mai chiesto un rimborso. Win-win!

Breve guida mirata in formato ebook

L’esempio da considerare in questo caso è Alessio Furlan. Ascolta la sua intervista e il suo corso Come creare contenuti che trasformano i lettori in clienti all’interno di Italian Indie Premium cliccando qui.

Il suo primo prodotto di successo è stata una breve guida che insegna a fare una cosa estremamente specifica. Si intitola Esposizioni lunghe con filtri neutri. Non vado nel dettaglio, in poche parole tratta una tecnica particolare usata nella fotografia di paesaggio.

6c648cf126ecced404db17649ccbfb5b

Questo prodotto ha venduto come il pane. Nel tempo ha aggiornato il prodotto e alzato il prezzo da pochi euro a 15 euro. Ha sempre continuato a vendere bene.

Qual è il suo segreto?

Come Alessio spiega nella sua lezione all’interno di Italian Indie Premium, il funnel email e il content marketing per lui sono stati la chiave. Ma c’è un aspetto di fondo che nessun funnel o marketing può sostituire.

La guida di Alessio ha un obiettivo estremamente chiaro e lo persegue con precisione e completezza. Chi la legge attraversa una trasformazione: all’inizio della lettura non sa nulla della tecnica in questione, alla fine ha tutti gli strumenti per realizzare da solo foto come quelle presenti nel libro.

Se vuoi partire anche tu con una guida, trova quindi un argomento molto specifico che possa:

  • risolvere un problema sentito dai tuoi lettori (come fare per…?),
  • essere spiegato in 10000-20000 parole.

Abbiamo pubblicato una guida lunga e dettagliata che ti insegna come creare e vendere il tuo ebook. Ci trovi tutto quello che ti serve per creare il tuo infoprodotto. Leggila cliccando qui.

Raccolta di esercizi

Qualche tempo fa ho cominciato a seguire un nuovo podcast. L’autore del podcast ha anche scritto un libro che si intitola “The Brain Audit”. Nel podcast lo cita spesso. Io ero sicuro di averlo letto, ma non ne ricordavo nulla.

Poi sono andato a vedere su GoodReads. Effettivamente l’avevo letto e gli avevo anche dato 4 stelle. Però ho dovuto rileggerlo per ricordare di cosa parlava.

Questa volta ho cambiato la valutazione: gli ho dato 5 stelle. È un libro fantastico: ma com’è che non me ne ricordavo?

Semplice: avevo solo letto, solo assimilato la teoria. Non avevo messo in pratica, non avevo fatto esercizio.

Per questo può essere un’ottima idea creare una raccolta di esercizi, con o senza la teoria. Ne abbiamo tutti bisogno, ma di nostra iniziativa non li facciamo. Quindi un bel prodotto che spiega quali esercizi fare, come farli e perché, può essere molto d’aiuto.

Fai un’estensiva ricerca online e crea una guida con una lunga lista di esercizi. Raccogline molti, almeno qualche decina. Spiegali nel modo più chiaro possibile. Aggiungi anche esempi, se serve.

Il valore aggiunto per il lettore starà principalmente:

  • nel gran numero di esercizi tra cui può scegliere, raccolti in un unico contenitore,
  • nella qualità degli esercizi garantita dalla tua competenza,
  • nella chiarezza con cui sono spiegati.

Creare un prodotto del genere può essere molto più facile che mettere in piedi da zero una guida. Infatti è all’incirca l’approccio che ho scelto per il primo prodotto in partnership su FotoComeFare.

pasted image 0

Ho trovato un fotografo disponibile a scrivere per me. È un bravo creativo e un ottimo insegnante. Però le incombenze lavorative spesso gli impediscono di seguire progetti paralleli.

Mettere in piedi un manuale tradizionale sarebbe stato un lavoro lungo. Forse non l’avrebbe mai completato.

Così gli ho proposto di scrivere una guida dal titolo “10 modi per migliorare le tue foto senza comprare nuova attrezzatura”. Ognuno dei dieci modi includeva una spiegazione, un esempio e poi un esercizio. Questa modalità di lavoro si è dimostrata così facile che ne è venuto fuori materiale per due guide e mezzo.Grazie mille della condivisione!

Screencast

Ti dirò che questo è il mio tipo di prodotto preferito. Ho venduto molti videocorsi fatti in questo modo.

Uno screencast è un video ottenuto registrando lo schermo del computer.

Ad esempio, sul mio sito FotoComeFare.com vendo da lungo tempo un corso su Lightroom, un programma di fotoritocco. Il corso è composto da una serie di video che mostrano come uso Lightroom.

Realizzare un corso del genere è facile:

  • compri Camtasia (il software migliore per gli screencast),
  • compri un microfono USB (come questo),
  • prepari una scaletta del corso,
  • registri il tuo schermo mentre usi un software e spieghi a voce i vari passaggi.

Un corso sulla SEO registrato in questo modo ha fatto la fortuna di Marco Ronco. Puoi sentire la sua storia in questa intervista.

Schermata 2017 03 10 alle 1.57.33 AM

Non ci crederai, ma il video può essere persino più veloci da realizzare dell’audio. Attenzione però che ho detto “può essere”.

Per registrare il corso su Lightroom ci ho messo settimane. Ogni giorno registravo fino non ce la facevo più. Certo, alla fine ho realizzato più di 11 ore di tutorial, ma sarei potuto stare mooolto di meno.

Il problema è che rifacevo continuamente le registrazioni. Mi sembrava di non essere chiaro, di fare troppi errori. Poi dicevo continuamente “eeeh”. Infatti, mi ci è voluta una vita anche per editare i video, per rimuovere tutti quegli “eeeh”.

Se riesci ad essere rilassato mentre parli, ridurrai gli errori. Inoltre, puoi anche lasciar passare qualche svista, risparmierai un sacco di tempo. In questo modo, registrare i video sarà più veloce che scrivere.

In generale, il video ha un valore percepito maggiore. Quindi potrai impostare un prezzo più elevato rispetto ad un ebook.

Due raccomandazioni:

  • crea un prodotto piccolo, trova un argomento molto specifico, come nell’esempio di Alessio Furlan citato sopra,
  • spezzetta il corso in video brevi, sarà più facile da creare per te e più facile da consumare per i clienti.

Presentazione

Questo tipo di prodotto all’inizio mi è sembrato stupido. Poi ho trovato parecchi imprenditori digitali che lo usavano. Con successo.

A quel punto mi sono sentito stupido io 

Quando vuoi mostrare come si fa qualcosa al computer puoi usare uno screencast, ma cosa devi fare se vuoi spiegare dei concetti, come faresti in una lezione in aula?

Semplice, crei uno screencast di una presentazione e registri la tua voce mentre spieghi.

Giacomo Freddi ha fatto così. Nei suoi corsi mescola screencast e presentazioni in cui spiega mostrando le slide. Gli hanno permesso di creare un business fiorente con cui ha potuto abbandonare il suo lavoro di sviluppatore.

Anche Giacomo è stato ospite del podcast e di Imprenditore Digitale. Puoi ascoltare la sua intervista e la sua lezione iscrivendoti ad Italian Indie Premium.

Intervista ad un esperto

Mia moglie è una pasticcera talentuosa. Attenzione: non è il solito discorso del marito “preso per la gola”. Sono la persona meno golosa del mondo.

Oggettivamente, mia moglie sa creare esempi sofisticati di pasticceria moderna che lasciano esterrefatti tutti i fortunati assaggiatori. Così le ho fatto aprire un sito, apprendistapasticcere.it. Non potevo fare altrimenti 

Nella speranza di farle mollare il lavoro, ho continuato a pensare come potesse monetizzare questa passione. Ben presto ho cominciato a dirle che poteva proporre corsi di pasticceria. Ma lei mi rispondeva sempre che non era all’altezza di insegnare.

C’è voluto più di un anno ma alla fine ha ceduto. E indovina? Ha tenuto ancora poche lezioni, ma i suoi alunni sono entusiasti. Ed è piaciuto anche a lei!

Quante volte hai pensato anche tu “Ma chi sono io per insegnare?”. Se non riesci a superare questo ostacolo (o non hai un marito/moglie/partner che ti spinge a farlo), ho la soluzione: coinvolgi un esperto, intervistalo, ripulisci l’intervista e vendila come un corso.

I vantaggi di questo approccio sono molteplici:

  • aggiri la sindrome dell’impostore che ti tiene bloccato,
  • puoi creare un prodotto di valore in pochissimo tempo,
  • la credibilità dell’esperto può facilitare le vendite del prodotto.

Chiaramente c’è una difficoltà in più: l’esperto. Puoi fare fatica a trovarne uno adeguato. Può essere difficile stringere un accordo, o semplicemente stabilire un orario in cui sia disponibile per la creazione dell’intervista. Oppure può non essere in grado di spiegare le cose in maniera chiara.

Nel podcast di Italian Indie, Samuele ha intervistato moltissimi esperti. Non sono mancate le difficoltà organizzative. Una buona procedura ti aiuta a ridurne l’impatto.

Per assicurare la massima qualità delle interviste ti conviene fare delle preinterviste. Il loro scopo è preparare gli argomenti di cui intendete parlare e assicurarsi che l’ospite sia a suo agio. Durante l’intervista potrai chiedere dettagli aggiuntivi, ma la spina dorsale sarà quella concordata durante la preintervista.

È la procedura che abbiamo seguito per gli interventi di Imprenditore Digitale:

  1. abbiamo raccolto dieci esperti,
  2. ho fatto una preintervista con ciascuno per definire la scaletta dell’intervento,
  3. ho creato la presentazione da usare durante l’intervista/lezione,
  4. io e Samuele ci siamo avvicendati nel condurre le interviste.

È venuto fuori un prodotto coi fiocchi con informazioni utilissime a chiunque abbia un business digitale. Le registrazioni sono disponibili all’interno di Italian Indie Premium. Accedi cliccando qui.

Ovviamente, creare 10 interviste è stato molto impegnativo. Per il tuo piccolo prodotto digitale ne basta una. Con un’ora di registrazione produci già una buona quantità di contenuto.

Prodotto creato indipendentemente da un esperto

Davide Petucco è il fondatore di CiclismoPassione (trovi qui la sua intervista). Il suo fatturato è costituito totalmente dalla vendita di infoprodotti per l’allenamento dei ciclisti amatoriali.

Schermata 2017 03 10 alle 2.03.58 AM

Davide non ha creato nessuno di questi corsi.

La sua bravura è stata tutta nel trovare i giusti esperti e delegare totalmente a loro la creazione del prodotto. Lui si è occupato degli accordi iniziali, della supervisione e del marketing.

Questa modalità di creazione dei prodotti è sicuramente quella che ti richiede meno lavoro. Dopo aver concordato la scaletta, fa tutto l’esperto. La difficoltà in più è che dovrai supervisionare il suo lavoro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *